TI RACCONTO IL MIO LIBRO: ALESSIA TOSCANO

Quarto appuntamento con la rubrica espressamente dedicata agli autori che sono stati – e che saranno – selezionati per partecipare al nostro evento letterario, i quali ci racconteranno, senza scadenze fisse e nel modo che preferiscono, i libri che porteranno con loro a Verbania, domenica 07 giugno, presso la Sala Foyer del teatro Il Maggiore.

Oggi è con noi Alessia Toscano, che ci racconta il romanzo che porterà a GOCCE D’INCHIOSTRO ROSA, edito da GOLEM EDIZIONI.

Chiacchierando riguardo ai libri letti o da leggere, mi sono resa conto che spesso i protagonisti maschili sono perfetti, o quasi.

Invece io credo che anche un personaggio più “umano” possa fare innamorare i lettori. Ho colto la sfida. Con questo mio primo romanzo ho voluto creare un uomo un po’ diverso dal maschio alfa: lui non è sicuro e perfetto, anzi è robusto e umano. Quanto ci ho litigato durante la stesura, perché ho voluto metterlo alla prova, mostrando ogni sua fragilità e debolezza, affiancandolo però a Ermanno Folchi, un cuoco bellissimo, sbruffone e sicuro di sé.

Magari sarà difficile farlo emergere tra tutti gli uomini perfetti spesso descritti, ma io credo che anche lui abbia tanto da dire, un grande carisma e non gli manchi nulla per essere considerato perfetto, sotto tutti i punti di vista. Calcolando, ovviamente, che nessuno è perfetto. Nessuno è mai davvero giusto per qualcun altro, siamo tutti incastri sbilencamente combacianti con la persona di cui ci innamoriamo. Questo personaggio è la mia scommessa.

I limiti, anche fisici, esistono per essere affrontati e superati, non aggirati. Trovando l’equilibrio dentro di noi, stiamo bene anche con gli altri e il cuore può battere liberamente per qualcuno che decida di restare, che non regali assenze, ma immense presenze. Due anime diventano una, pur rimanendo ben distinte e fedeli a loro stesse. Per amore non ci si annulla, per amore si cresce, si scalano le montagne, si soffre, e ci si ricostruisce, ma mai ci si annulla.

Partiamo dall’inizio: Emma ha appena ottenuto il lavoro dei sogni, accanto a Giordano Riviera, un pubblicitario che segue da sempre e al quale si è ispirata per formarsi professionalmente. Il suo nuovo capo la catapulta a condurre un reality, insieme al cuoco del momento: Ermanno Folchi che, prima d’ora, non si era mai fatto vedere in giro, quindi nessuno conosce il suo aspetto. Con l’inizio del programma, Emma constata che il misterioso chef è sfacciatamente bello, ma anche sbruffone, arrogante e maleducato. Non si sopportano, durante le registrazioni continuano a litigare e punzecchiarsi. Però, mentre di giorno passano il tempo a ignorarsi o a odiarsi, la sera Ermanno comincia, inspiegabilmente, a telefonare a Emma, sussurrandole la sua anima, e la donna cede al suo strano richiamo. Però le cose non sono chiare, perché il cuoco sembra Dottor Jekill e Mr Hyde: Emma si ritrova a pensare che la stia prendendo in giro, oppure che l’uomo abbia bisogno di un bravo psicologo.

Per rilassarsi, la donna inizia ad andare al lago a disegnare, quando in lontananza intravede un uomo, per il quale ha un colpo di fulmine. È bellissimo, non nel senso oggettivo del termine, perché non ha tutti muscoli e tartarughe arroccati sul corpo, ma è davvero robusto e ha tanta bella sostanza da sfoggiare. Emma continua ad andare al lago per incrociarlo, sbirciarlo da lontano e sperare che, prima o poi, possano parlarsi.

Nel frattempo, Giordano, il suo datore di lavoro, si invaghisce di Claudia, una amica di Emma. Tra i due nasce subito una forte attrazione, sia fisica che mentale, a cui danno seguito. La situazione si complica quando, dal passato più prossimo di Giordano, riemerge una ragazza misteriosa, una certa Lia. Le carte vengono rimescolate: chi è questa Lia che ha un effetto totalizzante sull’integerrimo uomo d’affari?

Nonostante Emma si senta delusa dagli uomini, non riesce a lasciare andare i due che, prepotentemente, sono entrati nella sua vita;

“Desidero un uomo: uno sconosciuto, incontrato per caso al lago, che continuo a incrociare per mia volontà. Probabilmente, non sa neanche della mia esistenza. Lui è robusto, senza nemmeno un muscolo o tartarughe arroccate sul corpo, ma è bello più del sole e ha tanta sostanza da sfoggiare. E poi c’è Ermanno, sfacciatamente bello e perfetto; è maleducato, insolente e provocatorio quando siamo vicini, ma durante le sue inspiegabili telefonate serali mi dona la sua anima.” Emma

I sussurri di Ermanno al telefono e l’immagine del “suo” abbondante sconosciuto iniziano a sovrapporsi e lei ci cade con tutte le scarpe: vorrebbe la mente del cuoco, ma le sue sinapsi sono attratte fisicamente dell’uomo misterioso.

Sembra che un tipo robusto non possa essere attraente, soprattutto se non incarna l’immaginario del solito maschio alfa, ma Emma, ora, desidera il corpo dello sconosciuto ancor più di quello sfacciatamente perfetto di Ermanno.

“Come posso scegliere, posto il fatto che lo chef, quando siamo vicini, è antipatico e strafottente e non mi considera affatto, mentre lo sconosciuto non mi conosce, altrimenti sarebbe conosciuto e non più sconosciuto?” Emma

In realtà, nel personaggio femminile ho riversato un po’ di me stessa, perché io ho sempre desiderato fare questo mestiere. Per un po’ ci sono riuscita, e avrei davvero voluto incontrare uno come Giordano. Sarebbe stata una gran botta di fortuna! Il disastro capitato a Emma durante il primo capitolo, poverina, è successo davvero a me, mentre mi recavo, e durante, un colloquio di lavoro. Andò bene, ma il mio capo non era proprio come Giordano, purtroppo.

Alessia Toscano è una donna classe 1979, nata a Roma, che attualmente abita a Bagni di Tivoli, vicino alle Terme di Roma. È mamma di una terremotella di nome Lia e ha una cucciolina pelosa che si chiama Luna. Lavora presso una scuola di specializzazione in psicoterapia che considera come una seconda famiglia.
Ha sempre amato la lettura, soprattutto il genere thriller, ma non fa distinzione, l’importante è avere la costante compagnia di un bel romanzo.
In cucina con… CHI? è la sua prima prova letteraria.

Ringraziamo Alessia per averci raccontato il romanzo che porterà con sè a Verbania e che potrete trovare e acquistare al nostro evento, con il piacere di farvelo autografare direttamente da lei e cogliamo l’occasione per ricordare che avrà anche modo di presentarlo, all’interno del programma della giornata, esattamente alle ore 18,00.

A presto con la nostra nuova rubrica e ricordate che le iscrizioni a GOCCE D’INCHIOSTRO ROSA sono ancora aperte.

Per partecipare potete scrivere a: infogdir1@gmail.com oppure visitare il nostro SITO UFFICIALE e scaricare direttamente la scheda di pre-iscrizione!

Informazioni su rossanalozzio

Scrittrice
Questa voce è stata pubblicata in Emozioni, Evento, Incontri, Presentazioni, Promozione e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.